I cachi della Spagna Viaggio alla scoperta delle piantagioni di alta qualità di Valencia

Scroll this

Il caldo sole della regione di La Ribera del Xùquer, nella provincia di Valencia, combinato alla fertilità del sottosuolo ricco di linfa, dà vita a un microclima ideale per la coltivazione della pianta millenaria del kaki e gli conferisce le migliori qualità organolettiche. Visitiamo le piantagioni selezionate da Battaglio per la raccolta di questo dolce frutto e scopriamo la consistenza solida e gli intensi toni dorati dei kaki Persimon®.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le origini
Il caco appartiene alla famiglia delle Ebenaceae e la sua pianta è una delle più antiche piante da frutta coltivate dall’uomo, conosciuta da più di 2000 anni. Il frutto è originario della Cina, da dove prende il magico nome di “Mela d’Oriente”. Dopo un’iniziale diffusione in Giappone, la sua coltivazione è arrivata in America ed Europa alla fine del XVIII sec./inizi del XIV secolo e oggi è molto diffuso nella zona del Mediterraneo. Il suo nome botanico è Diospiro (dal greco Diospyros ossia “Grano di Zeus”), mentre il nome “Kaki” è l’abbreviazione del nome originale giapponese “Kaki no ki”, italianizzato in Caco.

Le varietà

Il caco è un frutto tipico della stagione autunnale e invernale, da cui prende anche il colore arancio intenso quando è bello maturo, caratterizzandosi per una polpa dolcissima e molto apprezzata. Quando il frutto è ancora acerbo, invece, conserva un sapore agre che “lega” la lingua, o come si suol dire “allappa” molto a causa dell’alta quantità di tannino.

Per questo motivo Battaglio ha deciso di selezionare e importare solo varietà di cachi meno astringenti, come i Kaki Persimon® e i Kaki Sharon.

I Kaki Persimon®

I cachi Persimon® varietà “Rojo Brillante”) sono originari della Spagna, precisamente provenienti dalla soleggiata regione di produzione La Ribera del Xùquer ,situata nella provincia di Valencia. Persimon® è un marchio depositato del Consiglio di Regolamentazione della DOP Kaki Ribera del Xúquer. riconosciuta nel 2001 dall’Unione Europea.
Questo frutto si distingue dal caco morbido che si coltiva in Italia e si caratterizza per la colorazione dorata, che varia fino all’arancione, e per la polpa solida, priva di semi e dal gusto dolce, con una leggera nota vanigliata. Per riconoscere un caco Persimon® di buona qualità è necessario accertarsi della sua consistenza solida: se al tatto, infatti, risulta troppo molle si è in presenza di un frutto sovramaturo.

Il caco si taglia a spicchi come una mela o si può mangiare intero, con o senza buccia a discrezione del consumatore. Eliminando la buccia si perdono però le grandi quantità di vitamina A e C al suo interno (vedi tabella nutrizionale). Queste ultime non sono le uniche proprietà benefiche del frutto in quanto contiene anche una ricca porzione di fibre, ideali per la digestione.

caco-gallery

I Kaki Sharon

Sharon è il nome commerciale della varietà di caco “Triumph”, una varietà senza semi e meno tannica rispetto alle altre tipologie. La maggior parte della produzione è localizzata in IsraeleSudafricaSpagna, Paese da cui Battaglio importa i cachi più coloriti e zuccherini. I cachi Sharon si caratterizzano per la polpa soda e per il sapore squisito, anche quando non totalmente maturi.

foto-caco

Fattori climatici

Il cachi è ritenuto un albero subtropicale, ma pur essendo una pianta idonea al clima mediterraneo, alcune varietà si adattano anche a climi diversi e riescono a tollerare temperature invernali di vari gradi sotto lo 0° C, fino a -15° C. Unica eccezione: il Caco Persimon® che, essendo una Denominazione di Originje Protetta, può essere solo ed esclusivamente coltivato sotto il sle della regione costiera di Valencia.

La pianta di cachi si adatta bene a qualsiasi tipo di terreno, compresi quelli argillosi purché ben drenati, non ama terreni e atmosfere saline e non è particolarmente adatta alle zone ventose, perché i rami potrebbero spezzarsi se carichi di frutti.

Metodi di raccolta e lavorazione

La coltura del cachi non ha bisogno di estrema cura, ma è importante l’irrigazione, che deve essere frequente e, nelle zone di produzione, viene effettuata con il metodo a tappeto.

Durante la raccolta a mano i frutti del caco comune hanno un colore giallo-arancione e una polpa ancora dura che li rende non consumabili nell’immediato. Per una condizione ottimale al consumo e per l’eliminazione dei tannini (la causa del sapore astringente o “allappante”) bisogna attendere la completa maturazione, indicata dal colore arancione intenso e dal sapore zuccherino. I cachi Persimon®, invece, vengono raccolti manualmente quando raggiungono il giusto grado di maturazione e di colorazione, essendo meno astringenti.

Dopo la raccolta, che avviene a partire dalla prima metà di settembre e continua fino a dicembre, tutti i prodotti vengono puliti dai residui di terra e fogliame e organizzati in casse pronte per essere trasportate via terra. Il viaggio verso i nostri magazzini dura all’incirca 2-3 giorni e, una volta arrivati negli stabilimenti, i cachi vengono sottoposti ad attenti controlli di qualità per garantire che solo i migliori frutti vengano selezionati e successivamente confezionati. Per il packaging Battaglio, in quanto azienda attenta e sensibile alle tematiche ambientali, ha iniziato a sostituire gradualmente le vaschette in polipropilene con nuove vaschette in cartoncino 100% riciclabili nella carta.

Metodi di conservazione

I cachi pronti per essere consumati devono essere ben morbidi ma non molli, senza annerimenti o principi di muffa sulla punta. È importante ricordare, però, che i cachi vanno sempre conservati a temperatura ambiente lontano da fonti di calore, in un luogo fresco e asciutto come ad esempio all’interno di una cassetta ricoperta con un cartone.